LA TEORIA DEGLI STILI PRENATALI

La teoria degli stili prenatali è una teoria applicativa in grado di decodificare una vasta gamma di movimenti corporei con le loro valenze emozionali, ma anche le espressioni artistiche come la danza, la musica e le arti visive in genere.  Qui di seguito trovate una tabella riassuntiva di questi stili che si riferiscono ai movimenti che inizialmente tutti abbiamo agito nel ventre materno. Ogni stile caratterizza una fase fetale specifica, fino alla catarsi della nascita.  Nell’ ultima colonna della  tabella, i 7 stili prenatali sono messi in relazione alle arti visive. Se volete approfondire l’argomento vi segnalo questo testo: ‘Gli stili prenatali nelle arti e nella vita’ Ed. Clueb, 1999, di Stefania Guerra Lisi e di Gino Stefani.

STILI STADIO FETALE PAROLE CHIAVE ARTE VISIVA
CONCENTRICO-PULSANTE CELLULA ORIGINE, PUNTO,NUCLEO, CENTRO INTORNO AD UN PERNO FISSO, ESSERE CENTRATI SU SE STESSI, MEDITAZIONE,ISOLAMENTO I MANDALA, I ROSONI DELLE CHIESE.
DONDOLANTE MORULA DONDOLARE ,CULLARE , LASCIARSI ANDARE, MOVIMENTO CONSOLATORIO, IPNOTICO , STILE DELLA DIPENDENZA TUTTE LE DECORAZIONI, LE GRECHE RIPETUTEIL LIBERTY
MELODICO FETO CON PROPAGGINI TESTA –BRACCIA-GAMBE ASPIRAZIONI, FANTASIA, MELODIA, ARMONIA CON L’AMBIENTE, PIACERE DI PRODURRE EFFETTI, BRAMOSIA ASCENSIONALE LA PRIMAVERA DI BOTTICELLI
ROTEANTE CORPO FORMATO SVILUPPO DEL CONCENTRICO IN FORME SPIRALICHE. ROTOLAMENTO DEL CORPO INTERO, TROTTOLA , GIOSTRA, VOLTEGGGI, DESIDERIO DI LIBERTA’,PERDITA DEL CONTROLLO, ESTASI LA PITTURA FUTURISTA E CINETICA
RITMICO -STACCATO PRESENZA DEL TONO MUSCOLARE E MOVIMENTI INTENZIONALI STILE DELLA CRESCITA E DELL’INTENZIONALITA’, PIACERE DEL PROTRARSI E DEL RITIRARSI, MOVIMENTI SEGMENTATI, BATTITI, SALTI IL CUBISMO
IMAGO-AZIONE FETO DALL’8 MESE , SONNO FETALE ATTIVO CORPO PRIGIONIERO DELLO SPAZIO, MOVIMENTI PSICHICI, CAOS , VIAGGIO ONIRICO, CAMBIAMENTO PITTURA INFORMALE CHAGALL , BACON
CATARTICO LA NASCITA DIREZIONAMENTO, TRAVAGLIO, SCARICHE RITMICHE ,FORZA DI GRAVITA’ ACTION PAINTING DI J.  POLLOCK


Nell’immagine ‘L’ORA DEL THE’, collage e pittura su carta , Tau, 2008

L’atmosfera surreale ed onirica di questo collage suggerisce uno stile di imago-azione

 

A presto

Maria Teresa Cardarelli

L’ ABC DELLO SCARABOCCHIO

Oggi desidero parlarvi di  scarabocchi.  Vi sono molte persone che si dilettano in questa attività durante una semplice conversazione telefonica, oppure durante una riunione di lavoro o al tavolino di un bar sorseggiando un caffè. Comunque sia, tutti siamo stati bambini e si sa che ogni bimbo con matita e colori in mano, prima o poi, compie questi nobilissimi gesti. Ben lungi dal non avere significato e profondità, gli scarabocchi costituiscono un alfabeto di colori ed andamenti che possiamo ammirare, leggere e decifrare. In proposito ci possono venire in aiuto le teorie sulla simbologia del colore e la teoria degli stili prenatali.  Per quanto riguarda la teoria degli stili prenatali descritta della Guerra Lisi , la studiosa sostiene che ogni movimento e traccia grafica si possa interpretare secondo stili psico-senso-motori che noi abbiamo sperimentato nel ventre materno durante il periodo di gestazione. Questi 7 stili vengono esperiti dal feto a seconda del suo grado di sviluppo:

  • lo stile ,concentrico-pulsante e il dondolante sono tipici del primo stadio cellulare e di morula;

  • lo stile melodico, roteante e ritmico staccato sono tipici di un feto che ha già sviluppato le propaggini testa-braccia-gambe;

  • lo stile dell’imago – azione è relativo ad un feto di 7-8 mesi dove il sogno fetale attivo si traduce in movimento psichico;

  • lo stile catartico si riassume, infine, nell’atto della nascita.

Questi stili che sperimentiamo anche dopo la nascita nei nostri movimenti e nelle nostre attitudini emozionali sono pure applicabili alle forme artistiche e alle tracce grafiche tra cui gli scarabocchi. Ecco due piccoli esempi di lettura di scarabocchi .

1

Questo è lo scarabocchio di un maschietto di 3 anni piuttosto isolato e taciturno. Si tratta di uno scarabocchio con un andamento concentrico-roteante eseguito con il giallo e poi con il nero. Questa traccia grafica a livello di simbologia del colore esprime un desiderio negato . Il messaggio emozionale sotteso è ‘ vorrei scegliere (giallo) ma non posso (nero)’. L’andamento roteante indica un gran bisogno di spazio e di libertà.

2

Questo invece è lo scarabocchio di una bimba di 3 anni , curiosa ed intraprendente. Il colore arancione con cui è stata eseguita la traccia grafica è un colore derivato ( rosso + giallo) e ne contiene entrambe le caratteristiche di volontà e scelta. L’arancio, colore caldo e morbido, è simbolo di compiacimento, piacere e soddisfazione. Lo scarabocchio ha un andamento ritmico-staccato, cioè si caratterizza per un movimento di andirivieni che produce il piacere intenzionale di protendersi e di ritrarsi verso qualcosa o qualcuno. E’ lo stile intenzionale per eccellenza. Porre attenzione agli scarabocchi e ai disegni dei nostri piccoli è importante in quanto le loro tracce ci aiutano a comprenderli meglio. Un testo per approfondire:

S. Guerra Lisi- G. Stefani ‘ Gli stili prenatali nelle arti e nella vita’ Ed. Clueb ,1999

 A presto Maria Teresa Cardarelli